• Federica Brunoldi

Tienici con te

di Cristina Benzoni

Se l’altro ieri il mio nome fosse stato sorteggiato e tu fossi venuto a prendermi e mi avessi chiesto perché avevo scelto quella canzone io mi sarei accomodata sul divano e te lo avrei raccontato. Ti avrei spiegato il desiderio, mio e di tutti, di lasciarti un souvenir da mettere via nella valigia questa sera, il bisogno, e non solo la voglia, di farti provare quello che tu fai provare a noi con le tue canzoni, di come ci siano state di conforto nei momenti difficili, nella solitudine, nella malattia, di quanto abbiano illuminato le giornate belle, accompagnato sere d’amore e giorni di nozze, di come abbiano cullato i figli, saldato amicizie, consolato i bisognosi. Ti avrei detto che bisognava per forza che tu lo provassi, che tu lo capissi affinché mai più tu potessi dire “io non lo farei per nessuno!” E così ti avrei chiesto di cambiare il titolo della canzone, di farla diventare “Tienici con te” e il pubblico tutto e solo lui te l’avrebbe dedicata perché tu avessi indietro un po’ della bellezza seminata in 50 anni. Perché a volte ho l’impressione che visti da giù sembriamo un po’ inebetiti, fanatici, litigiosi, pure stonati. E invece siamo belle persone, belle dentro intendo, cresciute con te, divenute “a forma di te”, qualcuna pure con una splendida voce, tutte comunque fiere di esserci state in questo ultimo mezzo secolo. Perciò Cla portaci con te nei giorni che verranno, cerca i nostri visi, scaldati con il tocco delle nostre mani, ascolta l’applauso delle nostre mani, ridi delle nostre stravaganze ed emozionati delle nostre emozioni. Portaci con te nel riposo, nella pausa, nei prossimi lavori, saremo conforto e compagnia, saremo dalla tua parte sempre e per sempre.

DSC_7629

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti