• Federica Brunoldi

A bocca aperta

di Cristina Benzoni

Aspettavo curiosa e certa la reazione dei più. Dei titubanti, degli scettici, dei certi dell’ insuccesso, degli speranzosi della catastrofe. Aspettavo certa e curiosa lo stupore, la sorpresa, il dover dare atto della bravura e della riuscita. Mai ho pensato che a bocca aperta sarei rimasta io. Mai ho immaginato che potevi stupirmi di più. Mai ho creduto di non conoscere appieno il tuo modo di porti e scherzare e guidare i naviganti. Come sempre la tua arma vincente è la forza della parola, che sia canzone, pagina di libro, presentazione di un programma o messaggio sul telefono. Il bello è che tutto sembra sempre naturale, spontaneo, non preparato. Ci aggiungo un pizzico di timidezza intriso però nell’ambizione, un po’ di serenità , data dal sapere di aver fatto il meglio possibile, unita al rimpianto del si poteva fare di più. Senza dimenticare l’eleganza, l’educazione, la coerenza. Ah direttore meno male che hai deciso di essere un po’ dittatore, del resto non potevo chiedere di meno a chi , da sempre, è il dirottatore delle mie emozioni. Ci sono annate -ricordo pure i lustri!- di attesa, di speranza, di sogni e ci sono anni di magia, di capovolte e farfalle nella pancia. Questo è uno di quelli, “questa è solo la partenza”, poi sarai con noi.

27545669_1698079170251622_7553052057567318991_n

(Fotografia dalla pagina Facebook di Claudio)

#Sanremo

0 visualizzazioni0 commenti